unnamed (2)

Fiona May. Olio su tela, 110×80, 2009

Taurisano 1974. Dalla natia Terra d’Otranto si trasferisce a Firenze, dove si iscrive a giurisprudenza che in seguito abbandona per passare all’accademia di Belle Arti, facendo bene i conti perché ci sono meno bravi pittori che bravi avvocati. Nel 2007 ha partecipato ad “Arte italiana 1968-2007” (Palazzo Reale, Milano) e nel 2011 alla Biennale di Venezia – Padiglione Puglia. Vive a Massa e Cozzile, per la precisione a Massa.

Un caravaggesco vivente, l’ultimo dei caravaggeschi. Giacché Normanno traveste i personaggi delle storie bibliche in abiti contemporanei. E non è all’opera soltanto un virtuoso, ma un nuovo e autentico pittore della realtà. Gli episodi più consueti della iconografia religiosa si rinnovano e rivivono sulla scena della vita quotidiana.
– Vittorio Sgarbi –

tumblr_nojnltZXaj1res2syo1_1280

Laura ed Enrico. Olio su tavola, 40×30 cm, 2014

tumblr_nojlempDSa1res2syo1_1280

Giovanni. Olio su tavola, 50×40 cm, 2015

Rocco Normanno, Africa e Simba. Olio su tela, 61x94 cm, 2015

Africa e Simba. Olio su tela, 61×94 cm, 2015